Benvenuto nel sito ufficiale del
CRL
Comitato Regionale Lombardo

che si preoccupa di coordinare e promuovere tutta l'attività scacchistica nella regione Lombardia, dove troverai tutte le infomazioni ufficiali, i bollettini con tutti i verbali e l'annuncio delle iniziative del Comitato.



Indirizzi CRL

Per l'invio di posta cartacea si faccia riferimento indifferentemente a uno dei seguenti indirizzi:

Barrera Pietro
Via A. Diaz, 8
27029 Vigevano (PV)

Bernasconi Roberto
Largo A. Grandi, 3A
22072 Cermenate (CO)




Lettera 1 del Presidente - Giugno 1998
[01 Giu 1998]
L'appartenenza
Con l'attuale numero del bollettino il Comitato Regionale Lombardo offre ai Suoi Circoli questa nuova iniziativa.
L'intenzione è duplice: stabilire un contatto più stretto fra il C.D. del C.R.L., i Comitati Provinciali ed i Circoli; chiarire alcuni concetti.
La "Lettera" quindi non tratterà le normali informazioni sul lavoro svolto o da svolgere, informazioni che continueranno ad essere reperibili all'interno del bollettino, ma specifici argomenti.
Un argomento attuale è "l'appartenenza".
Gli scacchi, come disciplina associata del C.O.N.I., ne ricevono talune direttive: direttive a cui devono oltre che adeguarsi, assimilare.
Nell'ottica C.O.N.I. uno sportivo tesserato è un atleta. Così pure uno scacchista tesserato è un atleta, ma non un atleta fine a se stesso, bensì un atleta appartenente ad una determinata società. Ad esempio, lo scacchista "Alessandro Manzoni" è l'atleta della società scacchistica "Gli scacchi sulle orme di Leonardo da Vinci" di Brivio (LC).
Non è più concepibile, né possibile, un tesseramento relativo a Soci isolati.
In futuro il binomio scacchista - circolo scacchistico sarà sempre più importante. Una comunicazione, un eventuale ricorso, una qualsiasi pratica, dovranno essere inoltrate alla Federazione solo tramite il Circolo di appartenenza.
Le società scacchistiche più "attente" avranno i C.A.S. (Centri di Avviamento allo Sport).
Abituiamoci, quindi, fin da ora, a questa nuova realtà.
Similmente le Società formano i Comitati Provinciali (dove ciò è possibile) ed il Comitato Regionale.
Un Comitato Regionale, per definizione dello Statuto, è un Organo Periferico della Federazione. Di conseguenza, un C.R. è parte integrante della Federazione: è la Federazione; e con Essa (con l'Organo Centrale) deve collaborare.
Ciò non significa che su taluni aspetti non ci possano essere delle divergenze, ma sempre nell’ambito di una reciproca fiducia e rispetto.
A tale proposito il Comitato Regionale Lombardo ringrazia il Consiglio Direttivo F.S.I. uscente per il lavoro svolto, ed augura al Presidente Alvise Zichichi ed al nuovo C.D. un proficuo lavoro.
Termino questo primo scritto con l’invito ai Presidenti dei Circoli di sensibilizzare i loro soci in relazione alla direttiva della Federazione sull’Albo Istruttori Federali: Scacchitalia - anno III - numero 3 - luglio/settembre 1997.
A tutte le Società Scacchistiche della Lombardia porgo cordiali saluti

Gianpietro PAGNONCELLI, Presidente del Comitato Regionale Lombardo
    A cura di Maurizio Mascheroni © Copyright Idealmente    







fastclick.com